News

La riflessione di Alessandro D’Avenia sulle prove INVALSI affronta la questione dal punto di vista dei ragazzi, che un giorno si troveranno a essere valutati dal mondo del lavoro accanto a ad un giovane svedese, francese, spagnolo  (e…non si tratta di una barzelletta …!) e che certamente desiderano essere  preparati a questo confronto, nella varietà dei modi possibili, compreso quello di affrontare prove che hanno coinvolto anche gli altri giovani dell’area OCSE…....
Leggi
In un momento di … crisi nello sviluppo della cultura della valutazione e dell’autovalutazione, serve uno sguardo comparativo sui diversi sistemi di valutazione in Europa proposto nello studio dell’Agenzia Italiana di Eurydice –  INDIRE  . Può essere utile riprendere le parole di Antonio Giunta La Spada  nell’introduzione al volume: “Come ci si regola negli altri paesi dell’Unione europea? A chi spetta la responsabilità dell‘azione di valutazione? Si valuta sulla base di parametri nazionali? E i risultati delle valutazioni sono resi pubblici?...
Leggi
Il ministro Franceschini propone di inserire le canzoni dei cantautori italiani nell’attività didattica. Il prof-comico Taurino gli risponde che da anni fa grammatica alle medie utilizzando quei testi. Il tutto si legge qui. Pratica illuminata, formativa, innovativa! Ma perché quel commento  finale inutilmente polemico? A me sembra proprio “stonato”, per restare in tema. E non perché voglia difendere il ministro: quello di Taurino è un buon “spartito”, da invitare tanti altri docenti a “suonare” per fare della quotidianità scolastica una …”bella musica” e,...
Leggi
È da apprezzare il progetto nato dal ministero dell’Ambiente e  scritto a quattro mani con il ministero dell’Istruzione per rendere obbligatoria l’educazione ambientale a scuola, reso noto attraverso l’ANSA. Le linee guida comprendono schede di approfondimento per i vari percorsi didattici in modo che l’ambiente, in tutte le sue declinazioni – dalle nozioni scientifiche all’uso nell’arte, sino al rispetto nell’uso delle tecnologie – possa entrare nella vita dei giovani. Condividiamo quanto affermato dal presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci:...
Leggi
La rivista Tuttoscuola.com propone uno spunto  interessante di riflessione sul rapporto tra modelli educativi e civiltà, che merita decisamente un approfondimento.  “Islam significa letteralmente “sottomissione, obbedienza” e la visione della vita di questa civiltà si pone in forte contrasto con quella attivistica, imprenditoriale, secolarizzata che caratterizza l’Occidente dal punto di vista economico, politico, culturale e anche pedagogico.  Anzi, è forse proprio sul modello pedagogico che si manifesta la massima distanza tra la visione islamica – soprattutto nella sua versione più integralista...
Leggi
Page 5 of 13« First...3456710...Last »